Dalla Masterclass di Canto Lirico tenutasi in A.LI.VE. dal 29 al 31 gennaio 2015

Dalla Masterclass di Canto Lirico tenutasi in A.LI.VE. dal 29 al 31 gennaio 2015

Bruna Baglioni e Giovanna Lomazzi raccontano aspettative e desideri dei nuovi talenti.

Dal 29 al 31 gennaio 2015 si è tenuta in sede A.LI.VE. la quarta Masterclass di canto lirico, presieduta dalla famosa cantante lirica Bruna Baglioni e dalla vicepresidentessa dell’associazione As.Li.Co. (Associazione Lirica e Concertistica Italiana) di Como, Giovanna Lomazzi, per reclutare e formare nuovi cantanti lirici per palcoscenici europei.

L’atmosfera che si respirava, di aspettative e grandi sogni, si coglieva già negli occasionali ma potenti vocalizzi che si sentivano tra le mura e le porte della sede. Anche quest’anno la partecipazione all’evento è stata ben accolta e seguita. «Particolarmente soddisfacente» nota la signora Baglioni «il miglioramento di chi è tornato dopo aver frequentato già una Masterclass, ma anche nei nuovi arrivi, perché da essi si potranno far uscire nuovi e buoni talenti, chi in maniera più marcata, chi meno». Il sodalizio tra le due donne è ormai consolidato da due anni di esperienza ed entrambe sono convinte dei grandi risultati che si otterranno. «Tanti ragazzi sono riusciti ad entrare nel mondo del teatro» continua la signora Baglioni «e con mia figlia che si interessa di questo lavoro, la mia soddisfazione è ancora più grande». La signora Lomazzi si occupa anche di altri concorsi, attraverso l’associazione As.Li.Co., in Italia e all’estero, in particolare in Brasile. Come ci racconta «uno dei concorsi più importanti è a Salice Terme, un piccolo paese vicino a Pavia, nel quale dai sei anni otteniamo dei grandi risultati, perché inseriamo nella giuria anche dei direttori di teatro stranieri, i quali poi sceglieranno come vincitori dei ragazzi da portare nei loro teatri. Si apre subito una prospettiva di lavoro, solitamente scritture di un’opera, con quattro o cinque recite».

Prosegue la signora Lomazzi: «quasi tutti i ragazzi sentiti in questi anni hanno poi avuto un successo duraturo e importante, alcuni con grandissime carriere, grazie alla possibilità di farsi conoscere nei concorsi. Dario Di Vietri ne è un esempio, un tenore sentito da giovane in Butterfly e ora un grande cantante lirico, con alle spalle già una buona carriera. Tutti i concorrenti di questi concorsi hanno meno di trentacinque anni, perché oltre a quell’età la voce è ormai formata e molto altro non si può imparare di base».

Una nota positiva anche per i ragazzi delle medie di A.LI.VE. che, ascoltati ieri dalla signora Baglioni, sono stati molto apprezzati, soprattutto per l’impegno verso la musica, che li aiuta a crescere come persone e artisticamente. Positivo anche per Jacopo Golin che, solista in Tosca per Il Pastorello, ha già fatto notare le sue doti. «Imparando ad amare la musica già da così piccoli» termina la signora Baglioni, «avranno sicuramente la voglia di continuare e forse ne faranno la loro professione».

_____________________________________

Bruna Baglioni

CHI È BRUNA BAGLIONI?

Nata a Frascati l’8 aprile 1947, ha iniziato la sua carriera nel 1965 cantando nel concerto di chiusura del XXIV Concorso Nazionale di canto lirico al Teatro La Fenice di Venezia e poi nell’ambito del Teatro lirico sperimentale “Adriano Belli” di Spoleto nel 1971, al Festival dei Due Mondi. Dal 1972 al 1978 canta in diciotto recite al Gran Teatro La Fenice di Venezia e si mette in luce al fianco di Luciano Pavarotti al Comunale di Bologna ne La Favorita, un titolo che le ha aperto le porte dei maggiori teatri internazionali. A renderla famosa in tutto il mondo sarà però il ruolo di Amneris dell’Aida di Giuseppe Verdi nell’Arena di Verona: palcoscenico su cui il mezzosoprano ha cantato più volte nella sua carriera artistica questo ruolo, dal 1976 al 2001. Nell’anfiteatro veronese la Baglioni ha ricoperto anche altri ruoli. Dal 1979 al 1982 ha calcato per diciotto volte il palcoscenico del Metropolitan Opera House di New York, interpretando Laura nella Gioconda con Carlo Bergonzi, Santuzza nella Cavalleria Rusticana, la Principessa Eboli del Don Carlo e Dalila nel Samson et Dalila. Dopo il ritiro, si dedica all’insegnamento della tecnica vocale, del canto lirico e dell’interpretazione scenica presso Accademie e in Masterclass in Italia e tutto il mondo.

Giovanna Lomazzi

Giovanna Lomazzi

CHI È GIOVANNA LOMAZZI?

Vicepresidente e responsabile Casting dell’As.Li.Co., associazione lirica e concertistica, teatro sociale di Como, lavora da qualche anno in collaborazione con la cantante lirica Bruna Baglioni, per il reclutamento di giovani cantanti lirici, gestito da loro stesse durante i tre giorni di Masterclass. Queste attività le vedono protagoniste in diversi teatri italiani, alla ricerca di giovani promesse della lirica.

Lavora inoltre con la sua associazione in tournée europee in vari teatri stranieri per la ricerca e la formazione di nuovi cantanti da proporre sui palcoscenici mondiali. Dal 1997 nasce anche il progetto Opera domani per la produzione di opere liriche rivolte al giovane pubblico delle scuole. Corsi per insegnanti e alunni precedono le rappresentazioni che hanno luogo nelle più importanti città italiane.

Un articolo di Alice Martini